In questi casi l’alternativa è utilizzare i marketplace online, ossia quei siti che favoriscono l’incontro tra domanda ed offerta come ebay o altri, specifici del settore di riferimento. Ma se il tuo hobby ha le carte per trasformarsi in una potenziale attività, quello che dovrai fare è creare un sito web o un ecommerce, esporre le tue creazioni e parlare un po’ di te. Hai la passione per l’artigianato e il fai da te o per la rivendita di oggetti? A volte, non è semplice distinguere un’attività occasionale da una abituale, in quanto non vi sono specifici limiti di importo da prendere a riferimento. Adesso non hai più scuse! Tuttavia, i redditi prodotti da questo tipo di attività andranno dichiarati al fisco. Inoltre per la normativa italiana è espressamente vietato vendere su un proprio sito, se su questo non sono indicate le note legali. Sewing & Alterations. Grazie per le dritte! Questo articolo è indispensabile per chiunque voglia realizzare prodotti in serie da vendere online, avviando la propria attività commerciale. 2. In realtà la legge prevede che tu possa vendere sia online che offline senza la necessità di possedere una partita iva, ma con limitazioni ben precise. Il vantaggio della vendita online tramite marketplace è rappresentato dalla facilità e velocità dell’operazione, e soprattutto dalle esenzioni dall’obbligo di emissione della ricevuta generica e dalla dichiarazione delle somme ricevute. In particolare, è necessario indicare partiva iva, sede legale, denominazione della società o ditta e, nel caso di società, il capitale sociale. Un periodo bello ed intenso in cui ho imparato a destreggiarmi un po’ tra fisco, attività on line, mercatini, e tutto quello che serve per iniziare a pubblicizzare e a guadagnare qualcosa dal proprio hobby Non sono una commercialista né un avvocato, sono solo un’artigiana che ha voglia di condividere le proprie piccole conoscenze con gli altri, … Confermo di aver letto e accettato l'informativa ai sensi dell'art. Grazie anticipatamente. These VAT numbers are starting with the … Sistema elettronico di scambio di dati sull'IVA (VIES): Verifica della validità di una partita IVA. Cosa serve per aprire un negozio e vendere on-line? IVAN vendita tessuti shopping online dettaglio. Come ti ho già accennato in uno dei miei articoli, non è possibile aprire un e-commerce senza disporre di una partita IVA. È questo il caso in cui puoi aprire un negozio online senza partita iva. Affidati ai nostri professionisti. Infatti, in questo caso verrebbe attuata una vera e propria offerta commerciale, possibile solo in presenza di una attività imprenditoriale. Oppure con la ritenuta d’acconto? In realtà no. Mi riferisco ad esempio a siti come misshobby.com, etsy.com, e molti altri. Altra domanda: a livello legale, c’è differenza se mettersi su Esty o su Ecwid? Questo però porta delle limitazioni, ad esempio non potrai “scaricare” l’IVA dalle fatture o ricevute, però avrai altri vantaggi fiscali come l’esonero: Le fatture emesse devono scontare l’imposta di bollo (€ 2) se di importo superiore ad € 77,47. leggendo quanto ha scritto. Partita IVA : In linea generale, un’attività commerciale come può essere la vendita di beni materiali (anche effettuata online … E’ previsto che i privati possano vendere prodotti online senza partita iva nel caso realizzi piccoli prodotti di artigianato o quella degli hobbisti, persone non professionali che anche tramite banchetti vendono merce in maniere sporadica e occasionale. Le vendite devono essere occasionali, non continuative. Un caso a parte è la vendita nei mercatini che può essere svolta senza partita iva. L’unico svantaggio è che queste piattaforme richiedono una commissione per ogni transazione eseguita. Premessa. Al momento non ho previsto nessun banner né adesione ad alcun programma di affiliazione. Vendere senza partita IVA anche online è possibile: le caratteristiche della vendita occasionale, come redigere la ricevuta di vendita occasionale e come dichiarare i redditi da attività occasionale. Non riesco a trovare articoli che parlino dei marketplace (cioe tipo elenco Con pro e contro) dove poter vendere per piccole realtà artigianali appena “avviate” rientrando nella legalità. Se non hai la partita IVA o non l’avessi inserita nel portale, allora alla commissione del 12% verrà applicata anche l’IVA del mercato di vendita. Nel caso di vendita online occasionale, dunque di vendita su internet in qualità di soggetto privato e senza Partita Iva, al fine di certificare i proventi della tua vendita non dovrai emettere fattura, nè sarai tenuto ad emettere una ricevuta fiscale, essendo sufficiente che tu rilasci all’aquirente una ricevuta generica o quietanza di pagamento. Vi possono essere marketplace dedicati esclusivamente ad uno specifico settore merceologico. Tempo di lettura: 3 mins 40 secs . Si tratta di piattaforme di intermediazione tra i venditori (anche senza P.IVA) e clienti, dove è possibile aprire un proprio spazio di promozione, una vetrina, e tramite il quale i clienti possono acquistare in totale sicurezza. Dal mio punto di vista i marketplace sono la soluzione ideale per chi è alle prime armi. Scopri esattamente come partire e come rispettare tutte le regole fiscali! vendo un oggetto difettoso o che non rispecchia esattamente quello che il cliente si aspetta. AR-130275 Sì, avere un proprio sito o pagina che funziona 24 ore al giorno per 7 giorni è considerata una struttura di impresa. Giulia. Quali sono gli adempimenti fiscali, alla luce di quanto descritto? Come vendere le mie creazioni senza Partita IVA In confronto ai venditori professionisti, come hobbista ci sono relativamente poche regole da seguire per vendere i tuoi oggetti fatti a mano, e cambiano leggermente a seconda della modalità in cui li vendi. I tuoi dati sono al sicuro e sono trattati in piena conformità alla Legge sulla Privacy n.196/2003. In questo modo puoi aprire un negozio online dove vendere liberamente i tuoi manufatti sfruttando un servizio di terze parti. Required fields are marked *. Ciao Giada, come scrive Chiara nell’articolo puoi vendere online senza partita IVA se rispetti questi requisiti: 1. hai un volume d’affari annuo inferiore ai 5.000 euro (al netto delle spese) 2. il lavoro non deve richiedere attrezzature che facciano pensare a una grossa produzione 3. non devi avere collaboratori o lavoratori subordinati ma devi svolgere la produzione in prima persona 4. sei tenuto a rilasciare all’acquirente una ricevuta, come in un mercatino dell’artigianato o hobbistico. L’esonero dalla dichiarazione di queste somme è previsto solo in rare occasioni che non verranno approfondite in questa sede. Vendere online prodotti artigianali (handmade) creando un business di successo restando in regola con la disciplina fiscale. Vendere online, indipendentemente dal fatto che sia un’attività professionale o occasionale, è a tutti gli affetti un’attività commerciale e quindi ha limiti e requisiti da rispettare, obblighi e adempimenti fiscali. È davvero così semplice? Prima di analizzare in modo più accurato i passi necessari per avviare la vostra attività di vendita di prodotti artigianali è opportuno avere ben chiari quali sono i punti essenziali senza i quali non è possibile avere successo nel mondo del business online: 1. [Questo articolo è stato revisionato e ripubblicato il 25 Settembre 2020 da LegalBlink]. Come vendere artigianato online senza partita iva . Superato questo importo devi inserire le vendite nella “Dichiarazione Redditi Persone fisiche” o nel modello 730. Fatti aiutare dal Commercialista! Vuoi vendere su Ebay? Occasionale è la vendita una-tantum di un quadro realizzato per hobby, del quale non hai pubblicizzato la realizzazione. Pertanto, potrai tranquillamente comprare attrezzature, macchinari o altri utensili per la tua officina o il tuo studio, senza temere di sforare il limite. Per vendita occasionale non s’intende quindi solo un’attività in cui il compenso netto non supera i 5.000 euro annui. Vorresti vendere artigianato online senza partita iva, ma non sai come farlo in modo legale?Segui questi consigli della commercialista e non potrai sbagliare! Grazie a Internet infatti, è possibile far conoscere le proprie creazioni e commerciarle in differenti modi, purché ci si attenga a delle regole e limiti ben precisi. In questo modo ti sarà possibile vendere oggetti online da privato senza partita IVA. Si tratta di piattaforme di intermediazione tra i venditori (anche senza P.IVA) e clienti, dove è possibile aprire un proprio spazio di promozione, una vetrina, e tramite il quale i clienti possono acquistare in totale sicurezza. E nel frattempo potresti iniziare a scoprire la piattaforma! Testo di Elisabetta Sebastio – Fashion Designer – Tratto da “Elisabettasebastio.com” Se invece dalle vendite dei tuoi oggetti ricavi più di quello che hai pagato allora devi iniziare a dichiarare le entrate: puoi avere un utile annuale pari a 4.800€ (fonte: Art. Chi ti dice che si può fare dropshipping senza partita iva o è un incosciente o ancora peggio è un millantatore, imbonitore e furfante che cerca di rifilarti un inutile corso a diverse svariate centinaia o anche migliaia di euro che se va bene hai imparato le stesse cose che potevi apprendere autonomamente ma pagate uno sproposito. Anche qui comunque sussiste il principio di lavoro non continuativo: non deve essere superiore a 30 giorni di lavoro nell’anno solare. Inauguro oggi una nuova rubrica, che si chiama “Consigli per Artigiani”, nella quale proverò a mettere a disposizione le informazioni che ho acquisito in questo anno di lavoro. Capitale sociale Euro 20.400 i.v. 13 del Regolamento (Ue) 2016/679   Voglio ricevere Info, Aggiornamenti, Offerte e Promozioni su 1 Minute Site. 7-feb-2019 - Come Vendere su Internet – Tutte le regole fiscali per le vendite online di prodotti handmade anche senza partita iva. Ti aiuterà a fare un po’ più chiarezza sulle possibilità che la legge ci offre per poter effettuare vendite, on line e off line, anche senza necessariamente aprire la partita IVA. Come vendere online. Da quanto detto, avrai già capito che si può vendere senza Partita Iva, a patto che ciò avvenga una tantum, ossia alla bisogna. Questa attività non viene considerata pubblicità o apertura di un sito; di fatto il privato gode della visibilità offerta dal marketplace senza cadere in nessuna condotta che prevede l’obbligo di apertura di una Partita IVA. Vendere online senza Partita IVA è possibile, rilasciando o non rilasciando la ricevuta in base alla modalità di vendita e in base ai parametri visti in questo articolo. La vendita online come soggetti privati rappresenta insomma un altro modo per vendere online senza bisogno di aprire la partita Iva. 20/07/2020. Hobbisti e creativi, in quanto senza partita IVA, non possono avere una piattaforma web dove vendere le proprie creazioni (D.lgs. Vorresti vendere artigianato online senza partita iva, ma non sai come farlo in modo legale? In questi casi l’alternativa è utilizzare i marketplace online, ossia quei siti che favoriscono l’incontro tra domanda ed offerta come ebay o … Vendere su Etsy e obbligo di partita iva Il Decreto Crescita del 2019 (Art. Suggerimento → Leggi questo articolo di LegalBlink, trovi i documenti legali che devono essere pubblicati su un e-commerce. La soluzione sono i marketplace.. Cosa sono? Il conto vendita per hobbisti consente di vendere le proprie creazioni ai negozi anche senza partita IVA.Il conto vendita non è l’unica possibilità, per i piccoli artigiani e gli hobbisti che producono oggetti è disponibile anche il conto visione.Vediamo di cosa si tratta e come puoi fare per vendere oggetti fatti in casa ai negozi. Continuando la navigazione accetti le modalità d'uso indicate nella pagina della privacy. Se non abbiamo la partita IVA, possiamo comunque iniziare un’attività di vendita online, purchè tale attività rimanga occasionale . Fisco amico per creativi. In generale, per qualsiasi danno che il cliente puo subire, si risponde con il patrimonio personale oppure esiste una clausola secondo cui il venditore puo non assumersi alcuna responsabilita per danni? Ti faccio un esempio: se il tuo prodotto ha un prezzo di 20 euro, devi aggiungere il costo di spedizione (5 euro), per avere un valore totale dell’ordine di 25 euro. Per essere certo di non incorrere in sanzioni e di svolgere al meglio la tua attività occasionale o di vendita tra privati non esitare a contattare un esperto che chiarirà ogni dubbio. Non avere una Partita IVA non ti preclude del tutto la possibilità di vendere online i tuoi prodotti, ti permette anzi di svolgere l’attività di vendita online (entro i limiti che vedremo) senza farti carico dei costi di apertura e mantenimento di un e-commerce. alla vendita diretta nei mercatini. I marketplace fungono da intermediari per chi vuole dedicarsi alla vendita occasionale sul web. Se sei interessato a conoscere ogni uscita di un articolo inserisci i tuoi dati qui! l'arcobaleno tessuti. Lasciati ispirare! Infatti finché non avrai partita iva non potrai vendere artigianato online, quindi i mercatini sono l’unico modo legale per vendere. Se il tuo brand è sempre presente, anche se vendi 2 volte l'anno, dovrai fare fronte ad un eventuale controllo che tiene conto del fatto che il marketplace è attivo 365 giorni all'anno, quindi non è certo qualcosa di … e Registro Imprese 01671150512 P.IVA: 01671150512 La regola dei 5000€ annui riguarda la somma tra PRESTAZIONI OCCASIONALI, ovvero quando presti un lavoro autonomo a pagamento (ad esempio imbianchi la casa del vicino oppure fai giardinaggio per il tuo quartiere) e la creazione di utile nelle VENDITE OCCASIONALI. Chi ti dice che si può fare dropshipping senza partita iva o è un incosciente o ancora peggio è un millantatore, imbonitore e furfante che cerca di rifilarti un inutile corso a diverse svariate centinaia o anche migliaia di euro che se va bene hai imparato le stesse cose che potevi apprendere autonomamente ma pagate uno sproposito. Chiedo se ci sia la possibilità di inserire una sezione di e-commerce di nostri capi di abbigliamento e accessori usati che decidiamo di rivendere. Per vendere i tuoi prodotti online non hai nemmeno bisogno della partita IVA. Ad esempio, … Prym Italia . Oggi vendere artigianato online è facile: usi i social, magari ti apri un account su qualche marketplace come Etsy, e … Avere un’ottima piattaforma onlinesu cui vendere i prodotti artigianali; 2. Se vendi artigianato e stai valutanto l’apertura di un eCommerce per vendere online, iscriviti al prossimo webinar gratuito, in diretta streaming sul canale YouTube One Minute Site. Sarà il marketplace a vendere per conto tuo. Oneminutesite Feedaty 4.5 / 5 - 404 feedbacks, 1 Minute Site è un marchio registrato Sintra Consulting srl © 2009-2019 Ma devi fare attenzione: se promuovi continuativamente le tue creazioni su questi portali ed esponi i prezzi di vendita, stai di fatto svolgendo questa attività in modo Continuativo e … Vendita occasionale: senza partita IVA. Ogni venerdì dalle 12.00 alle 12.30 dal 28 Giugno. La confusione, anche sul web, regna sovrana, e molti sono i visitatori che ci pongono la fatidica domanda: per vendere online ho bisogno della partita iva?Abbiamo già parlato di come aprire un negozio online, o e-commerce (), indicando i passaggi ed i costi necessari per l’apertura. 13 del Regolamento (Ue) 2016/679, La tua attività non deve avere carattere continuativo o imprenditoriale (es: il lavoro non deve ricorrere ad attrezzature che facciano pensare a una grossa produzione). E’ previsto che i privati possano vendere prodotti online senza partita iva nel caso realizzi piccoli prodotti di artigianato o quella degli hobbisti, persone non professionali che anche tramite banchetti vendono merce in maniere sporadica e occasionale. I marketplace . Come vendere le mie creazioni senza Partita IVA In confronto ai venditori professionisti, come hobbista ci sono relativamente poche regole da seguire per vendere i tuoi oggetti fatti a mano, e cambiano leggermente a seconda della modalità in cui li vendi. Un aiuto a chi vuole provare l’attività artigianale. Se anche tu ti sei chiesto “Ma si può vendere senza partita IVA?” questo post fa per te. L’attività di vendita online non può essere svolta senza partita iva, ad eccezione di vendita dell’usato. Per vendere una cosa in modo totalmente occasionale non serve (se vendi la tua vecchia scrivania ovviamente non devi avere Partita IVA); Se i prodotti possono essere classificati come opere artistiche, o frutto del proprio ingegno creativo, e l’attività è svolta in modo NON professionale e NON organizzata come un lavoro vero e proprio, si può vendere senza Partita IVA. Marbet Due. Per cui, se sei un privato devi sapere che per vendere online senza una partita IVA questa attività deve essere occasionale e con un volume d’affari inferiore ai 5.000 euro al netto delle spese all’anno. Esso include: Dichiarazione dei redditi 2019; Consulente a te dedicato; Shopping & Retail. Sto per aprire un sito, un blog di moda, dove io e il mio compagno offriamo servizi di consulenza di immagine e di Personal Shopper, sia di persona, che online, a distanza. La vendita online come soggetti privati rappresenta insomma un altro modo per vendere online senza bisogno di aprire la partita Iva. Il terzo punto rappresenta un’importante eccezione, riguarda tutte le persone che possono essere inquadrate come hobbisti e creativi che possono vendere oggetti fatti a mano senza Partita IVA, anche avvalendosi di marketplace online. Vorresti vendere artigianato online senza partita iva, ma non sai come farlo in modo legale?Segui questi consigli della commercialista e non potrai sbagliare! In questo modo ti sarà possibile vendere oggetti online da privato senza partita iva. Saluti. Non dimenticare che avere un negozio on-line nei vari marketplace, ti garantisce una visibilità maggiore rispetto ad un sito, blog o pagina Facebook. Qualora le vendite online siano sporadiche ed occasionali non vi sono particolari adempimenti da compiere, quindi non sarà necessario aprire una partita IVA.Tuttavia, i redditi prodotti da questo tipo di attività andranno dichiarati al fisco. (Tuir 917/86)). VENDERE PRODOTTI ONLINE SENZA PARTITA IVA… CONTINUAMENTE. La frequente pubblicità online dei prodotti non è considerata compatibile con lo svolgimento di un’attività occasionale, che in questo caso non può configurarsi. Per lavoro occasionale si intende un’attività il cui compenso netto non supera i 5000 euro annui e i 30 giorni lavorativi, sempre annui. Se sei minorenne ESCI. E’ necessario capire quando un’attività di vendita possa essere considerata effettivamente occasionale; nell’ipotesi infatti in cui un’attività si configurasse come abituale, il reddito conseguito rientrerebbe nella categoria dei redditi d’impresa, con obbligo di apertura della partita iva. Io vendo su etsy una volta occasionalmente ora un po’di più ma non vorrei emettere partita IVA anche perché potrei smettere tra un po’ se vendo poco. L’esempio più pratico per farti capire cosa sono le vendite occasionali è quando svuoti il garage e vuoi sbarazzarti di oggetti che non usi, come una bicicletta, la vecchia Playstation, giubbotti che non usi più, ecc. Il motivo? Quindi il mio consiglio è di abbinare promozione online (tramite social, blog, ecc.) volevo aprire un negozio in dropshipping. Nel 2020 si parla di una flat tax del 20% per compensi o redditi da 65.001 euro a 100 mila euro. La mia domanda è: Ok non aprire partita Iva e vendere solo su Etsy o Depop ma, sponsorizzare il proprio profilo attraverso campagne pubblicitarie e contestualmente inserire il link che perfette agli utenti di atterrare sul tuo negozio su Etsy o Depop è legale? Vendere senza partita iva e la ricevuta vendita occasionale . Infine, un bel vantaggio, per chi vuole aprire Partita IVA come artigiano e sfruttare l’attività per la vendita On-Line tramite E-Commerce dei propri prodotti, riguarda l’abolizione dei vecchi vincoli per l’acquisto di beni strumentali. n. 21/2014). La risposta è semplice: sfruttando servizi che ti offrono questa possibilità, i cosiddetti marketplace. Da quanto detto, avrai già capito che si può vendere senza Partita Iva, a patto che ciò avvenga una tantum, ossia alla bisogna. ATTENZIONE: Questo articolo è valido solo per il paese ITALIA. Se vuoi aprire un’attività di vendita occasionale su internet senza partita IVA, queste ricevute ti serviranno al momento della dichiarazione dei redditi perché andranno dichiarate con il modello 730 o modello Unico. In questo caso puoi vendere tutto questo senza avere la partita iva, è tutto inquadrato come vendita occasionale. E’ possibile però sfruttare la pagina Facebook per far conoscere al pubblico le tue opere di artigianato. Tutti i diritti sono riservati C.C.I.A.A. A volte non è semplice distinguere un’attività occasionale da una abituale, in quanto non vi sono specifici limiti di importoda prender… I dati forniti direttamente dall ’ inte-ressato sono tutti i dati personali forniti al Titolare del Trattamento con . Etsy.com è un marketplace per vendere artigianato e oggetti fatti a mano, vintage e materiali per creare; è nato nel 2005 da un’idea di Rob Kalin, allora poco più che ventenne, che, volendo vendere le sue creazioni handmade, non trovava un sito che riuscisse a mettere in risalto i prodotti in maniera adeguata. Se te lo sei perso, dai un’occhiata anche a questo articolo di Marialuisa su come vendere artigianato online! presentazione della comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini Iva (“spesometro”). Creare un negozio online è come aprire un negozio su strada: ti sei mai chiesto se puoi aprire un bar senza partita iva e quando inizi a vendere caffè e vedere che il locale funziona aprirne una? Questa regola è stata più volte travisata online, ognuno ha dato una propria interpretazione, ma ecco perchè per te che vuoi vendere online non è valida. Posso vendere online senza avere la partita iva? Anche questo è molto facile, con One Minute Site è facile e veloce! Guida pratica e completa ... Vendere artigianato online (legalmente): ecco cosa devi fare. Qualora le vendite online siano sporadiche ed occasionali non vi sono particolari adempimenti da compiere, quindi non sarà necessario aprire una partita IVA. REQUISITI PER AVERE UN NEGOZIO ON-LINE SENZA P.IVA Se non abbiamo la partita IVA, possiamo comunque iniziare un’attività di vendita on-line, purchè tale attività rimanga occasionale.Per lavoro occasionale si intende un’attività il cui compenso netto non supera i 5000 euro annui e i 30 giorni lavorativi, sempre annui. Come vendere oggetti su internet senza partita IVA: istruzioni per la vendita occasionale nel web, dall’apertura di un ecommerce ai marketplace per vendere oggetti online senza dover aprire una partita IVA. Offrire un prodotto hanmadeche la concorrenza non possiede (differenziazione di prodotto); 3. 13 comma 1 DL 34/2019) ha previsto l’obbligo a carico dei marketplace , ovvero degli operatori che, avvalendosi di piattaforme elettroniche facilitano la vendita a distanza, di trasmettere i … Un buon modo per vendere le proprie creazioni … Costi commercialista per gestire la Partita Iva se vendi online. Il mantenimento di un negozio online renderebbe l’attività fissa e non più occasionale. Non c’è bisogno di fare grossi investimenti per vendere le tue creazioni online. Vendere anche senza la Partita IVA. Per essere certo di non incorrere in sanzioni e di svolgere al meglio la tua attività occasionale o di vendita tra privati non esitare a contattare un esperto che chiarirà ogni dubbio. La caratteristica da considerare per poter vendere online senza Partita IVA non è quindi il limite di 5.000 euro, ma è il carattere non continuativo e non imprenditoriale dell’attività svolta. E dunque, cosa possiamo fare per vendere l’artigianato on line, o almeno provarci? 13 – Altre detrazioni. Adesso ti starai chiedendo: se non posso vendere senza partita IVA né sul mio sito, né su Facebook, come faccio a vendere i miei prodotti online? Se sei titolare di una Partita Iva nel settore dell’Artigianato o comunque sei in procinto di aprirne una, probabilmente ti sarà capitato di chiederti: “Posso vendere Online le mie creazioni?” Che si tratti di oggetti d’arte, di arredi, di bijoux, di tessili o di qualsiasi creazione che decidi di … Perché la vendita non possa considerarsi di tipo continuativo è importante che il soggetto senza Partita IVA non allestisca un sito internet e che, in generale, non faccia uso di altri stratagemmi/servizi per ripetere in modo continuativo l’attività di vendita online. Privacy e cookie: Questo sito utilizza cookie. ATTENZIONE : Questo articolo è valido solo per il paese ITALIA La credenza è che l’online è la terra di nessuno e quindi … La credenza è che l’online è la terra di nessuno e quindi non ci sono regole specifiche, si può fare un po’ come si vuole. Vendere senza partita IVA anche online è possibile: le caratteristiche della vendita occasionale, come redigere la ricevuta e dichiarare i redditi - Danea. Grazie mille! Come vendere le mie creazioni senza Partita Iva di Pegaso 16 Aprile 2020 16 Aprile 2020 Lascia un commento su Come vendere le mie creazioni senza Partita Iva In confronto ai venditori professionisti, come hobbista ci sono relativamente poche regole da seguire per vendere i tuoi oggetti fatti a mano, e cambiano leggermente a seconda della modalità in cui li vendi. Quando non è necessario aprire la partita IVA? Rosantico. Il lavoro anche senza partita IVA. Oggi vendere artigianato online è facile: usi i social, magari ti apri un account su qualche marketplace come Etsy, e bam, il gioco è fatto!. Generalmente si aggira intorno al 3,5% dell’importo totale di ogni prodotto. Vendere online prodotti artigianali fatti a mano è il sogno di molti hobbisti. come si potrebbe fare? Sviluppare un ottimo piano di marketing. Il tuo diventa un vero e proprio lavoro e quindi devi adeguarti fiscalmente. Una ricevuta generica che puoi compilare in piena autonomia, indicando il prezzo dell’oggetto e la data di vendita. La soluzione sono i marketplace.. Cosa sono? Es. Salve, approfitto della sua competenza per chiedere una consulenza. La vendita occasionale ti consente di vendere i tuoi prodotti, che magari realizzi per hobby, a patto che ciò non rappresenti la tua attività principale e rispetti il tetto massimo di introiti annui fissati a euro 5.000,00. 13 comma 1 DL 34/2019) ha previsto l’obbligo a carico dei marketplace , ovvero degli operatori che, avvalendosi di piattaforme elettroniche facilitano la vendita a distanza, di trasmettere i flussi di vendita dei propri iscritti all’Agenzia delle Entrate. Aprire un eCommerce senza partita IVA, abbiamo visto che non è possibile, questo non vuol dire però, che vendere online sia un’attività preclusa a chi non la apre. Come hobbista o creativo, che desidera vendere le proprie creazioni online senza possedere Partita IVA, puoi avvalerti di uno (o più di uno) di questi marketplace, dove esporre i propri prodotti. Sui marketplace i tuoi oggetti avranno una visibilità a livello mondiale. Prima di capire dove e come vendere le tue creazioni artigianali, è fondamentale fare delle brevi precisazioni di natura fiscale sulla vendita online. I ricavi sono tassati al 15% fino a 65 mila euro (flat tax). La linea però è sottile: se sei uno svuota cantine ovviamente troverai sempre oggetti da rivendere, ed è in questo caso che non si tratta più di vendita occasionale. Come aumentare le vendite senza spendere 1€ in pubblicità. Notify me of follow-up comments by email. E un sacco di altre novità, che ci rendono sempre più orgogliosi di far parte di questo ecosistema. Sewing & Alterations. Senza avere ben chiari questi elementi averesucc… Vendere online senza partita IVA: facciamo un po’ di chiarezza, Requisiti necessari per vendere online senza partita IVA, Vendere online senza partita IVA: i marketplace. A quel mondo di piccoli operatori che per necessità o per convinzione è destinato a crescere negli anni. Al popolo delle Partite IVA, delle piccole imprese, dei professionisti. Emporio le mille e una stoffa. Se ti piace realizzare dipinti, gioielli o altri oggetti fai-da-te, qui trovi i posti giusti per venderli online. I marketplace . Pages Liked by This Page. Si può vendere senza partita iva? Attenzione: il solo fatto di allestire un e-commerce o di realizzare qualsiasi condotta tipica di un’attività commerciale esclude il carattere occasionale della vendita online, a prescindere dal superamento o meno della soglia del volume d’affari di 5.000 euro annui. Il marketplace di Facebook non realizza direttamente la vendita, ha solo la funzione di mettere in contatto gli utenti. Important Disclaimer: As of 01/01/2021, the VoW service to validate UK (GB) VAT numbers ceased to exist while a new service to validate VAT numbers of businesses operating under the Protocol on Ireland and Northern Ireland appeared. Marco Felice domanda: "Ho avviato un travel vlog e vorrei monetizzarlo con pubblicità e affiliazioni, ma mi chiedo se si può fare un test per vedere quanto si guadagna online senza avere la partita IVA?" Per poter qualificare la tua attività come occasionale devi necessariamente rispettare i requisiti che sto per elencarti: Se vuoi aprire un’attività di vendita occasionale su internet senza partita IVA, queste ricevute ti serviranno al momento della dichiarazione dei redditi perché andranno dichiarate con il modello 730 o modello Unico. È possibile vendere da una pagina Facebook? Come si fa’ a vendere tramite un market place? In generale è utilizzata per la vendita di oggetti sui quali è già stata versata l’IVA.