Azienda. PROROGATA FINO AL 23 SETTEMBRE 2018 . Perfino le balaustre tra le colonne hanno un spiccato spirito decorativo. Sono presenti anche temi desunti dal repertorio decorativo bizantino. Il committente trattò per anni con le maestranze lombarde e venete, tanto che alcuni sostengono che a Marino Contarini si deve la fisionomia finale del palazzo. Se il portico del pian terreno ricorda molto quello della duecentesca ca' da Mosto, le esafore dei piani superiori, ma anche la quadrifora del pian terreno, furono delle reinterpretazioni personali del Raverti e dei Bono della loggia del Palazzo Ducale. Nel cantiere della ca' d'Oro lavorò pure un noto pittore francese che visse a lungo a Venezia, Zuanne de Franza, che nel 1431 venne incaricato di rafforzare con il colore i marmi e le pietre, e di sottolineare ogni elemento con l'oro, il rosso, il blu e il nero. Galleria Ca’ d’Oro, announces the opening of a new Branch in Miami during Art Basel. (S.n.c.). La Ca’ d’Oro ospita su due piani l’importante collezione d’arte del barone Giorgio Franchetti (1865-1927), che nel 1916 donò allo Stato italiano le sue raccolte e l’edificio stesso, dopo averne ripristinato, con ingenti restauri, lo splendore originario. imprenditore presso Ca' d'oro marmi e graniti Udine, Italia 108 collegamenti. Venetian Gold Spa | 66 follower su LinkedIn. The palace became known as Ca' d'Oro – “golden house” – because the façade, which looks over the Grand Canal, was once adorned with marbles, polychrome decorations and several gold-leaf details. Come consueto nelle dimore veneziane, alle ampie logge della facciata corrispondono internamente dei lunghi saloni, detti portego, che attraversano l'edificio in tutta la sua profondità. A Marino Contarini si possono in particolare addebitare la decisione di conservare alcune reminiscenze dell'edificio precedente: il portico sull'acqua deve essere molto simile, per lo meno planimetricamente, a quello del palazzo precedente, mentre due fregi duecenteschi rimessi in opera in verticale sono sicuramente appartenenti al demolito palazzo degli Zeno. Lavorazione di marmi e graniti. Esso è una reminiscenza della duecentesca casa degli Zeno, e non presenta nessuna novità di rilievo. Giorgio Franchetti disegnò personalmente le geometrie della pavimentazione e si impegnò anche nella sua realizzazione materiale. Date: Saturday December 4th. Battistoni Gianfranco Di Battistoni Gianfranco & C. Il manufatto rimase di proprietà della famiglia Contarini sino alle nipoti di Marino, dopodiché subì numerosi cambi di proprietari, che operarono numerosi rifacimenti delle suddivisioni interne e vari altri rimaneggiamenti. Qui potrete trovare imprese, uffici pubblici, associazioni, professionisti ecc., provenienti da tutto il paese e valutare i loro prodotti e servizi per aiutare altri consumatori a prendere la decisione giusta. La vistosa asimmetria dell'impianto è determinata dalla prassi costruttiva dell'epoca che prevedeva il riutilizzo delle fondazioni dell'edificio precedente, senza amplianti nei lotti adiacenti. Nel cantiere della ca' d'Oro lavorò pure un noto pittore francese che visse a lungo a Venezia, Zuanne de Franza, che nel 1431 venne incaricato di rafforzare con il colore i marmi e le pietre, e di sottolineare ogni elemento con l'oro, il rosso, il blu e il nero. La facciata si caratterizza per la marcata asimmetria tra la parte sinistra, in cui si sovrappongono tre fasce traforate (portico per l'attracco delle barche al piano terra e loggiati ai piani superiori), e l'ala destra, in cui prevale la muratura rivestita di marmi pregiati con singole aperture quadrate isolate; la causa di tale specificità è da attribuirsi alle ridotte dimensioni del lotto, che non hanno permesso la realizzazione dell'ala sinistra dell'edificio. S.n.c. Mostra a cura di Claudia Cremonini, Daniele Ferrara . Our breads are served at Los Angeles restaurants, available in fine grocers, and delivered direct to homes. Al piano superiore la loggia del Reverti, composta da un'esafora che risulta invece essere una novità per l'epoca, in quanto sopra i quadrilobi, in asse con i vertici degli archi delle aperture, troviamo dei semiquadrilobi, con i quali il Raverti ottenne un vivo effetto chiaroscurale, esasperato dalle modanature. Al pittore venne affidato anche il compito di decorare tre sale interne, ma anche questo lavoro è andato perduto. Esso copre una superficie di 350 m² utilizzando le tecniche dell'opus sectile e dell'opus tessellatum. Artigian Marmi Di Dri Marco e Finamore Alberto S.n.c. In tale posizione si possono agevolmente sfruttare sia le direttrici marittime che terrestri. Get bread delivered straight to your home i natalia@ca-doro.com. Alcune incoerenze costruttive si devono certamente alle volontà del Contarini: le colonnine tortili che corrono lungo i due spigoli della facciata creando un cordone, non legano però con il coronamento, inoltre la mezzeria dell'edificio, segnata dai tre pinnacoli più alti del coronamento, non coincide con l'apparente mezzeria della facciata, sottolineata dai fregi verticali posti a destra delle logge. Il Museo. Media contact: Natalia Distefano. E’ un edificio in stile tardogotico veneziano che possiede un fascino singolare anche per la straordinaria suddivisione degli elementi architettonici che traggono spunto dall’ arte orientale, per la bellezza dei marmi e delle decorazioni interne. A metà Ottocento l'edificio venne quindi restaurato dell'ingegner Giovan Battista Meduna per volere del proprietario di allora, Alessandro Trubetzkoi, ma subì un ulteriore restauro pochi anni dopo a seguito di un nuovo cambio di proprietà. A chiuderla ai lati sono presenti triple colonnine tortili che formano come dei codoni sugli spigoli della facciata, completamente slegati però dal coronamento. Fu solo nel 1984 che grazie al barone torinese Giorgio Franchetti, il destino di questo palazzo finalmente cambiò. Da sottolineare è il fatto che per tale opera Franchetti scelse di non utilizzare marmi e pietre di cavatura moderna, ma di utilizzare le tipologie più note e preziose fin dall'antichità romana, tra cui il porfido rosso antico, il serpentino, il cipollino verde, il giallo antico, il pavonazzetto, il verde antico, il marmo luculleo e molti altri. Durante i lavori intrapresi da Giorgio Franchetti venne realizzato il pavimento marmoreo nel portico del piano terreno. Sempre a lui sono attribuite alcune sculture presenti in diverse chiese veneziane, oltre alla tomba Borromeo nella chiesa di Sant'Elena, purtroppo andata perduta. Il contenuto è disponibile in base alla licenza. Nel cantiere veneziano lavorarono contemporaneamente due diverse botteghe, la cui impronta è riconoscibile nella varietà degli apparati decorativi: quella guidata da Matteo Raverti, nella quale erano attive maestranze provenienti dal comasco, e quella guidata da Giovanni Bono e dal figlio Bartolomeo, composta quasi esclusivamente da maestranze venete. www.pinksnails.com. Di Graziutti Italo & C. Minini Marmi Di Minini Federico e C. S.n.c. La Color P.e.a. Prodotti finiti (pavimenti, scale, davanzali, altri prodotti su misura). La Ca’ D’Oro, azienda leader nella lavorazione dei marmi e nel settore delle lavorazioni pregiate di lusso, dona al Comune di San Giorgio di Nogaro, «una somma sostanziosa» a favore delle famiglie in difficoltà. CONSODATA impiega cookie sia propri che di terze parti. San Giorgio di Nogaro (UD) Cavaion Veronese (VR) Carrara (MS) Ospitata in uno degli edifici tardogotici più importanti della città, la Ca’ d’Oro, la Galleria intitolata al barone Giorgio Franchetti, che aveva acquistato l’edificio, contiene una collezione di opere da lui stesso raccolte fin dagli anni giovanili che, insieme a opere di proprietà demaniale e di depositi delle Gallerie dell’Accademia, costituiscono l’attuale museo. La costante attenzione agli aspetti produttivi ed organizzativi è stata ripagata dalla clientela con una domanda in continua crescita ed ha consolidato la nostra immagine di azienda orientata alla qualità dei prodotti e all'efficienza dei servizi. Il Palazzo Ca’ d’Oro a Venezia: informazioni utili. Il palazzo della Ca d’Oro ospita oggi una ricca collezione d’ arte. Tutte le Informazioni su Cà D'oro S.p.a. a Cavaion Veronese (37010) - Marmo e affini - lavorazione - Indirizzo, Numero di Telefono, CAP, Mappa e Altre Info Utili su MisterImprese! Tra il portico sull'acqua e quello interno si trova una quadrifora di notevole interesse, opera di Giovanni Bono: doppie colonne tortili separano le aperture; in asse con le colonne, sopra di esse, dei trafori a croce; sull'estradosso degli archi delle aperture due quadrilobi. Giovanni e Bartolomeo Bono lavorarono con la loro bottega come costruttori e scultori in numerose fabbriche veneziane, anche se il lavoro più noto fu sicuramente la facciata di Palazzo Ducale nella quale si adoperarono insieme ad altri maestri, in particolare viene a loro attribuita la Porta della Carta. Iscriviti per collegarti Ca' d'oro marmi e graniti. Fu solo nel 1984 che grazie al barone torinese Giorgio Franchetti, il destino di questo palazzo finalmente cambiò. La Ca’ d’oro finì sfigurata, venduto e disperso anche ciò che rimaneva. Tutte le Informazioni su Cà D'oro S.p.a. a Carrara (54033) - Marmo e affini - lavorazione - Indirizzo, Numero di Telefono, CAP, Mappa e Altre Info Utili su MisterImprese! Orari: – Lunedì dalle 8.15 alle 14; – Da martedì a domenica dalle 8.15 alle 19.15. Immobiliare e ristrutturazioni San Giorgio di Nogaro, lavoro in mosaico, mosaici per pavimenti, blocchi di granito, marmo per pavimenti, mosaici e marmi per pavimenti e rivestimenti, impresa edile, edilizia, commercio, ditta specializzata in marmi, lavori pubblici, irrigazione, marmi, evacuazione acque, granito, oleodotto, gasdotto, porfido, affini, derivati vendita, blocchi di marmo, lavorazioni, blocchi, lavorazione marmo, fornitore di granito, marmi rivestimenti, acquedotto, pavimenti granito, pavimenti marmo, lastre fiammate, lastre lucide, rivestimento di mosaico, lastre acidate, lastre levigate. Rientra al museo – dopo l’esposizione a Parigi alla mostra La Renaissance et le reve tenutasi al Museé du Luxemburg dal 7 ottobre 2013 al 26 gennaio 2014 – la Venere dormiente di Paris Bordon, uno dei più apprezzati capolavori della Collezione Franchetti, ora visibile di nuovo a Ca’ d’Oro, nella Sala degli arazzi che usualmente l’accoglie. Marble and Granite Processing . Ca' D'Oro S.p.a., 1, Via Enrico Fermi, Marmo ed affini - lavorazione San Giorgio di Nogaro Info e Contatti: Numero Telefono, Indirizzo e Mappa. Most breads are made using organic flours and our own sourdough starter. La Ca’ d’Oro, uno dei più prestigiosi palazzi tardogotici di Venezia, ospita su due piani l’importante collezione d’arte del barone Giorgio Franchetti (1865-1927), che nel 1916 donò allo Stato italiano le sue raccolte e l’edificio stesso, dopo averne ripristinato, con ingenti restauri, lo splendore originario. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 21 lug 2020 alle 11:45. La loggia dell'ultimo piano è composta da un’ulteriore esafora con dei trafori a croce in asse con le colonne, proprio come nella quadrifora del piano terreno, anche se in questo caso troviamo un semiquadrilobio in asse con i vertici degli archi delle aperture in luogo dei due quadrilobi. 10 dicembre 2017 – 8 aprile 2018 . Sul finire dell'Ottocento la casa divenne proprietà del barone Giorgio Franchetti, a seguito di un notevole esborso di 170.000 lire: il barone volle intraprendere un attento restauro filologico dell'edificio, tentando di riportarlo il più possibile vicino alla morfologia quattrocentesca, ma nel 1916 Franchetti stipulò con lo Stato Italiano un accordo nel quale si impegnò a cedere il palazzo al termine dei lavori in cambio della loro copertura finanziaria. Contarini sposò molto giovane Soramador Zeno, la quale gli portò in dote una vasta proprietà sul Canal Grande, presso il confino di Santa Sofia, comprendente anche una costruzione di dimensioni tali da essere definita Domus Magna. Del suo lavoro oggi non rimane più nulla, cancellato dal logorio del tempo o dai restauri. Tra la parte sinistra e quella destra della facciata è stato inserito un fregio proveniente dalla precedente abitazione dei Zeno. Magazzino Ultimo aggiornamento: 09/01/2021 13:03:58 . La galleria ospita la collezione di opere d'arte raccolta da Giorgio Franchetti nella sua vita. The Ca' d'Oro or Palazzo Santa Sofia is a palace on the Grand Canal in Venice, northern Italy.One of the older palaces in the city, its name means "golden house" due to the gilt and polychrome external decorations which once adorned its walls. La ZANCO MARMI è lieta di darvi il benvenuto….ci troviamo nel comune di CONCORDIA SAGITTARIA in provincia di VENEZIA e da anni la nostra azienda si occupa della lavorazione di marmi ed affini, con artigianalità ed innovazione, effettuando accurate incisioni su pietra e realizza pianali per caminetti, mobili, cucine, davanzali, arte funeraria, etc. In seguito alla donazione allo Stato italiano avvenuta nel 1916 e in vista dell'allestimento del museo, alla collezione Franchetti furono affiancate alcune raccolte statali da cui provengono la maggior parte dei bronzi e delle sculture esposte, oltre a numerosi dipinti veneti e fiamminghi. Il barone fece collocare all'interno alcune opere d'arte appartenenti alla sua collezione, era infatti nel suo volere che l'edificio divenisse un museo, perdendo la sua funzione di abitazione civile. Suite 130. La Ca' d'Oro è un noto palazzo di Venezia, situato nel sestiere di Cannaregio e affacciato sul Canal Grande, la cui denominazione deriva dal fatto che in origine alcune parti della facciata erano ricoperte d'oro, rifinitura che faceva parte di una complessa policromia, oggi scomparsa, ritenuta uno dei massimi esempi del gotico fiorito veneziano. Website. La Ca’ d’oro finì sfigurata, venduto e disperso anche ciò che rimaneva. Di Vittore Carpaccio e bottega sono i tre teleri con le Storie della Vergine provenienti dalla Scuola degli Albanesi. Questi restauri furono piuttosto scrupolosi, anche se non poterono, ovviamente, restituire il palazzo nel suo aspetto originario, inoltre alcune parti sono delle ricostruzioni difficilmente giudicabili, in particolare la scala del cortile e il portale che fa da ingresso sul rio. Coral Gables, Florida 33146. Il contenuto visualizzato nell'elenco di aziende CYLEX è costituito da informazioni provenienti da terzi, fra l'altro, da fonti accessibili al pubblico, o dai clienti che hanno una pagina di presentazione nel nostro elenco. L'edificio fu inoltre ampliato con l'acquisizione di alcuni fabbricati sul retro e di alcune stanze nell'edificio di fianco. Ca’ d’Oro services for interior design. Pregevoli opere di Bartolomeo sono anche i portali delle chiese di Santa Maria dell'Orto e dei Santi Giovanni e Paolo. Ca'D'ORO spa - Marble and Granite Processing - Video Deutsch www.cadorospa.it. Ca' D'oro S.p.a., San Giorgio di Nogaro, VIA E. FERMI 1, orari di apertura,, Lavorazione di marmi e graniti. (The Contarini family gave Venice eight Doges between 1043 and 1676.) A seguito di un litigio familiare il Contarini dovette però ricomperare il manufatto, inoltre a seguito della morte della moglie egli decise di costruire un nuovo edificio demolendo quello della famiglia Zeno. Tra i lavori che fece eseguire vi fu pure la demolizione di sovrastrutture in facciata, la riapertura delle finestre quadrate, e la realizzazione ex novo dei pavimenti con disegni ispirati a quelli originali perduti. Già nel 1410 si trovava probabilmente a Venezia, dove lavorò alla decorazione della facciata del Palazzo Ducale e al coronamento della Cappella Ducale. Location: Galleria Ca’d’Oro. La facciata sul Canal Grande è la cosa più bella della Ca' d'Oro: un ricamo di marmi bianchi nello stile del gotico veneziano che ne fa forse la più bella abitazione civile di Venezia. Materiale CYLEX non può essere ritenuta responsabile per l'accuratezza, la correttezza, l'utilità o l'affidabilità dei dati. Il portico al pian terreno è aperto con cinque grandi archi sull'acqua, con quello centrale dilatato rispetto agli altri, tanto da risultare a sesto ribassato, riprendendo i portici di origine bizantina. Vernice per la stampa: 9 dicembre 2017, ore 12. L'assetto planimetrico della fabbrica non si discosta eccessivamente da quello della tipica casa-fondaco dei patrizi veneziani. Storia; Sedi. Anche se le due botteghe lavorarono contemporaneamente, alcune incongruenze negli apparati decorativi fanno pensare che esse operassero per lo più separate, anche se dirette dal programma di massima del committente. Dal dicembre 2014 il Ministero per i beni e le attività culturali la gestisce tramite il Polo museale del Veneto, nel dicembre 2019 divenuto Direzione regionale Musei. Oltre alle sale espositive, il museo ospita vari laboratori per la conservazione e il restauro di opere d'arte. Venetian Gold nasce nel 2016 da una realtà illustre e riconosciuta a livello internazionale: la Ca d’Oro Spa che dal 1991 esporta marmi e pietre naturali dalle sue sedi di San Giorgio di Nogaro (Udine – Italia), Cavaion Veronese (Verona – Italia), Carrara (Massa Carrara – Italia). The Ca'd'Oro designed by Giovanni and Bartolomeo Bon and built between 1428 and 1430 for the Contarini family, one of the most important families in Venice of which eight members were Doges between 1043 and 1676, has a Ventian Gothic facade which has been the inspiration for paintings and architecture around the world, such as the building of the same name in Glasgow, Scotland. Molti sono però anche i punti di contatto con le decorazioni cosmatesche del XII e XIII secolo. Prodotti semilavorati (lastre lucide, levigate, fiammate o acidate). Cadoro Bakery bakes artisan and sourdough breads in our Los Angeles Bakery. 135 S. San Lorenzo Avenue. Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, Venezia gotica: l’architettura civile gotica veneziana, Storia dell’architettura italiana: il Quattrocento, Regia galleria Giorgio Franchetti alla ca’ d’Oro di Venezia, Galleria G. Franchetti alla ca’d’Oro: Venezia, Ultima modifica il 21 lug 2020 alle 11:45, Ministero per i beni e le attività culturali, https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Ca%27_d%27Oro&oldid=114455209, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo. Since 1927, it has been used as a museum, as the Galleria Giorgio Franchetti. We are able to offer several services to our customers in all GCC. Dopo la sua morte, avvenuta nel 1922, furono quindi conclusi i lavori di restauro e il 18 gennaio del 1927 venne inaugurata la Galleria che prende il suo nome. La storia di questa fabbrica trova le sue origini in Marino Contarini, personalità facente parte di una ricca famiglia dogale, anche se più abile mercante che politico. GUIDO STRAZZA PER CA’ D’ORO. 7 pm to 9 pm. I motivi geometrici che compongono la decorazione si ispirano alle pavimentazioni medievali delle chiese della laguna veneta come la basilica di San Marco a Venezia, la basilica dei Santi Maria e Donato a Murano e la cattedrale di Santa Maria Assunta a Torcello. In questo caso anche il mantenimento della corte interna e della cisterna in essa scavata è determinante per l'assetto planimetrico, poiché ha vincolato la pianta ad articolarsi a forma di C attorno ad una corte scoperta, al centro della quale è posizionata la grande vera da pozzo in marmo broccatello di Verona, realizzata da Giovanni e Bartolomeo Bono nel 1427, i quali vi scolpirono su tre lati, tra un ricco fogliame, le allegorie femminili della Giustizia, della Fortezza e della Carità. I nomi dei marchi, loghi, immagini e testi sono la proprietà di queste terze parti e dei loro relativi proprietari. Il museo è raggiungibile con il vaporetto, linea 1 fermata Ca’ d’Oro.